Il legame tra vaccino ed autismo è completamente inventato – parte 2

La manipolazione:

Continuo la revisione della dichiarazioni pubblicata da EmergenzAutismo dal titolo “Andrew Wakefield, la censura scientifica e le 14 scimmie”, citazione testuale:

Andrew Wakefield, la censura scientifica e le 14 scimmie

Nonostante quanto riportato erroneamente, lo studio originario del Dr. Wakefield, riguardante 12 bambini con gravi problemi intestinali e autismo,  non ha mai sostenuto che i vaccini causino  l’autismo e la ritrattazione di The Lancet non fa certo chiarezza su questo complesso problema.

Dopo dodici anni dalla pubblicazione dell’articolo allora Wakefield non ha detto che i vaccini causano l’autismo?… questa si che è veramente una ritrattazione!

C’é da chiedersi se tutto è stato un grosso fraintendimento generale e perché una tale polemica sia nata. Wakefield scrive nel suo articolo su Lancet:

We identified associated gastrointestinal disease and developmental regression in a group of previously normal children, which was generally associated in time with possible environmental triggers (vaccinazione – mia parentesi).

We have identified a chronic enterocolitis in children that may be related to neuropsychiatric dysfunction. In most cases, onset of symptoms was after measles, mumps, and rubella immunisation. Further investigations are needed to examine this syndrome and its possible relation to this vaccine.

Due cose importanti emergono nel suo articolo:

  1. I primi sintomi dell’autismo insorgono generalmente dopo 6.3 giorni dalla vaccinazione (cioè una forte correlazione temporale)
  2. Nella discussione dell’articolo propone un meccanismo che lega la vaccinazione, ai disturbi intestinali all’autismo (la cosiddetta teoria dell’eccesso di oppioidi, leggete qui).

Sebbene non lo dichiari mai esplicitamente – ma solamente in via ipotetica – l’idea che si trae leggendo il suo articolo è che la vaccinazione causa l’autismo. Ma Wakefield è molto abile e sa bene che in un articolo scientifico non è possibile affermare con certezza qualcosa, si può ipotizzare, correlare o dare un’interpretazione di un fatto.

Una seconda mossa molto importante a luogo il giorno dopo: investito di una missione morale indice una conferenza stampa dove dice che non vi sono dati di sicurezza riguardanti la vaccinazione. Citazione testuale:

I can’t support the continued use of these three vaccines, given in combination, until this issue has been resolved.

In questa maniera ha posto le basi per le conclusioni che tutti i giornali e le mamme dei bambini autisti traggono ma che lui da buon manipolatore tace: la vaccinazione determina l’autismo. Oggi dopo 12 anni di polemiche può sinceramente dire di non averlo mai detto o provato.

Risultato: in Gran Bretagna i tabloid si scatenano contro la vaccinazione MPR (vedi figura) ed il tasso di bambini vaccinati continua a diminuire.

Il Dr. Wakefield è uno dei più conosciuti e rispettati gastroenterologi a livello mondiale e numerose sono le sue pubblicazioni. Dopo il 1998 ha pubblicato infatti dozzine di studi in riviste scientifiche di tutto il mondo, documentando con il suo lavoro la malattia intestinale di cui soffre un nutrito sottogruppo di bambini con autismo e aiutando centinaia di loro a superare, attraverso le opportune indagini e cure,  le loro sofferenze, spesso anche atroci.

Il link è verso l’articolo di Lancet, le sue pubblicazioni sono numerose ma è difficile affermare che Wakefield ha potuto far “superare le sofferenze” ai bambini, questi lavori di ricerca sono generalmente volti a trovare le cause di una malattia non una terapia. Ricordiamo che Wakefield ha sottoposto le sue cavie-bambini ad anestesia, colonoscopia, puntura lombare (rachicentesi) e raggi x: test clinici dolorosi, pericolosi e causa di sofferenza.

Nella prossima parte ci occuperemo dei dati contrari alla teoria MPR-autismo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Autismo incazziamoci, Il nuovo medioevo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...